L’opinione

Quando i problemi sono solo spostati!

Di Simona Fumagalli, Comitato No alla terza corsia tra Lugano e Mendrisio!, Melano.

La nuova pubblicazione del rapporto IPCC conferma la causa delle attività umane sulla situazione drammatica del nostro pianeta sicché subentra ancor più lo sconforto nel pensare a come siamo retrogradi nell’accettare il progetto PoLuMe come soluzione al problema traffico nel Mendrisiotto e Basso Ceresio.

Un progetto rivelatosi lacunoso dove i problemi invece d’esser risolti li si sposta di qua per ricrearli di là, entrando così in un loop subdolo, il quale solo chi ha le fette di salame sugli occhi o è in malafede non nota

Migliaia di auto da anni si incolonnano giornalmente sia su autostrada che cantonale sotto il naso degli abitanti. Melano e Maroggia, raramente nominati dalla politica ma più dagli articoli di giornale, subiscono e continueranno a subire senza alcun beneficio un danno ecologico e sociale pesante. Con un obsoleto PoLuMe si vorrebbe liquefare l’esodo giornaliero creando una corsia dinamica (venduta così sembra scattante), due semi-svincoli (che chiamarli «semi» sembra alleggerirli) costruiti in zone pregiate e ancora verdi, una galleria che sbucherà in mezzo al paese e altre innumerevoli «innovazioni».

Il cantiere è previsto di una durata di dieci anni, ergo sarà proprio PoLuMe stesso la causa di ulteriori disagi. Alla fin fine, continuare ad incentivare l’uso dell’auto per spostarsi seduti (soli) sul proprio mezzo, provocherà immancabilmente altro traffico. Non se ne esce proprio.

L’urgente appello di aiuto vuole attirare l’attenzione su una regione che sta soccombendo in malo modo, sacrificata per qualche illusorio beneficio. «Mors tua vita mea» o: come voltare la faccia ai danni causati fuori dal proprio orticello privato. Esistono strategie più dinamiche già intraprese con successo che, se incentivate maggiormente, sono efficaci nel diminuire il traffico e nel combattere la mole di inquinamento: AlpTransit per togliere i camion dalla strada, carpooling per risparmiare sui trasporti privati, sussidi per imprese che organizzano spostamenti collettivi, telelavoro, potenziamento del trasporto pubblico, ciclovie.

Queste soluzioni messe in atto bastano per sballare le statistiche elaborate per rifilare PoLuMe. La realizzazione di una galleria Bissone – Mendrisio eviterebbe il collasso della regione causa traffico e cantieri previsti nel progetto PoLuMe ma, principalmente, toglierebbe una volta per tutte il traffico dai paesi. Ci sono situazioni che non permettono l’abbandono totale dell’auto e non è nemmeno lo scopo di chi si batte contro PoluMe ma, ottimizzare, studiare e trovare vere soluzioni al passo con i tempi permetterebbe a tutti di avere finalmente dei veri benefici.

Lettera pubblicata sul Corriere del Ticino il 03.09.2021. Per leggere la lettera a pagina intera clicca qui.

 1,499 total views,  4 views today

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code